Musica, teatro, arti espressive, arti figurative sembrano trovare sempre meno posto nel mondo attuale in cui tecnica e tecnologia attraggono ogni interesse culturale, oltre che finanziario.

Allo stesso momento, però, le nostre comunità sono sempre meno solidali: l'individualismo è il modello di vita indicato come vincente; la frammentarietà del tessuto sociale è sotto gli occhi di tutti; la capacità dei territori di porsi come comunità educanti e spazi sociali per le persone è ormai scomparsa. La recente pandemia ha, in qualche modo, fatto emergere tutte le contraddizioni della nostra società occidentale.

In questo vuoto di senso, un'associazione che si occupa di arti espressive e performative può trovare un proprio ruolo sociale. E' questo ruolo sociale la mission che ci siamo dati.

Le arti espressive sono per loro natura spazi di auto-pedagogia: influenzano infatti profondamente il modo in cui le persone si percepiscono e si relazionano; ma sono anche “luoghi” di incontro, di riflessioni e di rappresentazione e, in questo senso, possiedono un enorme valore sociale.

Ogni progetto espressivo - all’interno di una scuola, in una biblioteca, in uno spazio pubblico - possiede anche un compito sociale imprescindibile, insito nella sua stessa pratica: quello di aggregare e far dialogare persone, gruppi e istituzioni intorno a nuovi modi di pensare, di essere e di fare per affrontare le sfide dell’esistenza.

Promuovere la creatività significa, per noi, stimolare e dare spazio alla nascita di nuove idee, di nuovi modi di leggere la realtà, di nuovi modi di affrontare i problemi, sfruttando potenzialità e risorse già presenti ma non “viste” e creandone di altre.

E' in questa direzione che ci muoviamo, nel territorio in cui agiamo: vorremmo aprire nuovi orizzonti, dare, in particolare alle nuove generazioni, una visione ampia della vita e delle relazioni sociali, un amore e un rispetto per l'ambiente e per il luogo in cui ci troviamo a vivere.

E questo scopo pensiamo di raggiungerlo proprio con il mezzo delle arti espressive.